Presentazione
Presentazione

L’elettroterapia usa gli effetti biologici ottenuti dall’energia elettrica a scopo terapeutico e in modo controllato vengono erogate correnti elettriche che sono fatte passare attraverso la parte del corpo interessata avendo avuto cura di sceglierle con determinate caratteristiche idonee agli scopi da raggiungere. Una serie di impulsi elettrici sono opportunamente ordinati in differenti forme d’onda universalmente riconosciute per la loro validità terapeutica e sono somministrati al paziente in modo sicuro e controllato.

 

Gli effetti principali di una corrente elettrica applicata ad un tessuto corporeo sono rappresentati dall’effetto eccito motorio, termico, trofico, analgesico e chimico.

 

L’elettroterapia è utilizzata al fine di stimolare il muscolo denervato, per ridurre l’ipotrofia dovuta al non uso del muscolo normoinnervato, mantenere il trofismo muscolare nel muscolo denervato o parzialmente innervato, per potenziare il muscolo innervato.

 

È disponibile per alcuni modelli il monitoraggio dello stato di innervazione muscolare mediante la creazione della curva I/t e la definizione dei parametri di reobase e cronassia. È possibile inoltre l’utilizzo combinato di questi apparati con quelli per la ad ultrasuoni usufruendo di un apposito canale di comunicazione atto alla sincronizzazione delle due terapie in erogazione simultanea.

 

Ogni impulso elettrico di stimolazione muscolare, si caratterizza per:

  • Frequenza dell’onda: misurata in Hz (hertz)
  • Larghezza dell’onda: misurata in msec (millisecondi)
  • Intensità: misurata in mA (milliampere)
Approfondimenti
Approfondimenti

CARATTERISTICHE DELLE UNITÀ CHINESPORT MEDICSTIM

Le molteplici possibilità di applicazioni terapeutiche, unitamente alla garanzia di sicurezza per il paziente ed il terapista, rendono le unità MEDICSTIM delle apparecchiature di elevata qualità: il risultato è un’unità compatta, dotata di una linea moderna, in grado di proporre una sequenza operativa estremamente logica, supportata da un display chiaramente leggibile.

 

Gli apparecchi per elettroterapia MEDICSTIM presentano una consolle comandi ottimizzata in funzione dello specifico settore di utilizzo e della tipologia operativa per i quali sono destinati. Tutti i parametri di funzionamento sono gestiti e controllati in tempo reale, con chiara rappresentazione e segnalazione delle varie funzioni tramite display LCD ed opportuni segnali acustici.


Quali sono i principali effetti dell'elettrostimolazione?

  • Allenamento del sistema neuromuscolare a rispondere appropriatamente durante lo sforzo volontario e involontario fornendo una contrazione attiva (isometrica, concentrica ed eccentrica) ed i risultanti movimenti articolari permettendo un feedback propriocettivo
     
  • Modulazione del dolore attraverso il meccanismo del gate control o i meccanismi di inibizione discendente (produzione di oppioidi endogeni)
     
  • Controllo o riduzione della spasticità attraverso la stimolazione di agonisti (contrazione e rilassamento), antagonisti (inibizione reciproca), o inibizione senso motoria
     
  • Provvedere al rilascio transdermico di sostanze medicamentose dentro la pelle (ionoforesi)
  • Migliorare o mantenere la mobilità articolare attraverso lo stretching meccanico dei muscoli o tessuto connettivo o riduzione dell’impedimento del movimento causato da disfunzioni neuromuscolari (per es. spasticità), dolore o edema
  • Favorire la guarigione delle ferite aumentando la circolazione locale, fornendo un effetto battericida o alterando le cariche elettriche nell’area lesionata
     
  • Ritardare o risolvere l’edema attraverso l’attività della pompa muscolare o l’effetto delle cariche elettriche sulle proteine interstiziali (fenomeno dei campi elettrici)


CORRENTI ELETTRICHE E LORO CARATTERISTICHE

Corrente continua

La corrente galvanica (o corrente continua) è generata da un movimento uniforme e sempre nello stesso verso di cariche elettriche. È dunque caratterizzata da una intensità costante nel tempo. Tale tipo di corrente trova il suo principale impiego per la veicolazione trascutanea di medicamenti o di sostanze cosmeticamente attive.

 

Corrente alternata

Con tale denominazione vengono comunemente indicate tutte quelle correnti la cui intensità non si mantiene costante nel tempo. Possiamo distinguere correnti a bassa, media e alta frequenza e, da un punto di vista fisioterapico, ciò significa parlare dei seguenti valori:

- bassa frequenza: da 0 a 800 Hz,
- media frequenza: da 800 a 60.000 Hz,
- alta frequenza: sopra i 100.000 Hz.

 

In considerazione delle loro specifiche azioni (o effetti biologici), è possibile schematizzare come segue i vari tipi di corrente:

  • Azione IONOFORETICA = corrente continua (a intensità costante);
  • Azione ECCITOMOTORIA = correnti sinusoidali, correnti rettangolari; esponenziali, treno d'impulsi, triangolari;
  • Azione ANTALGICA = impulsi rettangolari di bassa frequenza (50 Hz) e tempo di impulso 1 msec.
  • Azione TROFICA e VASCOLARIZZANTE = corrente continua; correnti raddrizzate.


IONOFORESI

La possibilità di utilizzare la corrente continua come "veicolo" per introdurre nei tessuti, attraverso la cute, sostanze allo stato ionico è nota da tempo, e numerose sono le prove sperimentali in tal senso.


Allo stato attuale della conoscenza, si può affermare che ionoforesi è una efficace via di somministrazione di sostanze diverse, quando sia richiesta essenzialmente un'azione locale. In effetti, l'applicazione percutanea di sostanze medicamentose risente notevolmente della funzione di 'barriera' dello strato corneale, e non sempre i metodi impiegati per neutralizzare tale effetto risultano efficaci. Il superamento dello strato 'barriera' della cute non è impresa facile neppure con l'intervento della corrente continua, se si considera che le vie di penetrazione preferite dalle sostanze sono generalmente i dotti ghiandolari e i canali piliferi. La profondità raggiunta risulta inoltre di pochi millimetri.

 

Se escludiamo i casi in cui interessa ottenere essenzialmente un effetto superficiale localizzato, l'efficacia e la peculiarità della ionoforesi risiede nel fatto che le sostanze così introdotte sembrerebbero legarsi con le proteine, normali costituenti dei tessuti superficiali, in modo più stabile, e pertanto essere riassorbite nel circolo generale più lentamente di quanto non avvenga dopo somministrazione ipodermica.

 

L'effetto generale è comunque legato alla sostanza impiegata: la corrente continua agisce esclusivamente come mezzo. Parleremo pertanto di ionoforesi medicamentosa quando le sostanze introdotte sono provviste di attività farmacologica.

Video
Video

Elettromedicali - Excellent Line

Elettromedicali - Excellent Line

Desideri saperne di più?

Made in Web Industry
arrow
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la
cookie policy
Cliccando su pulsante "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto